skip to Main Content
Amo E Odio Parigi

Parigi è una città per la quale tantissime travel blogger, come me, hanno dedicato diversi articoli.

E’ una città affascinante, che va scoperta piano, assaporando le sue mille sfaccettature. Chi è stato a Parigi una volta, non ha sicuramente avuto modo di scoprire i mille volti della città, a meno che non abbia vissuto lì per un po’ di mesi.

Quindi non ti racconterò della Tour Eiffel e delle sue magnifiche luci colorate che sotto Natale si accendono ogni ora. Né della piramide rovesciata, citata nel famoso libro di Dan Brown “Il codice da Vinci”. Né tanto meno di Louvre e le sue opere meravigliose. Oppure di Disneyland Paris, che mi ha fatto sognare da bambina, ma ho visto per la prima volta a 25 anni.

Ti racconterò invece della sensazione che Parigi mi ha dato, del suo grande potere di cambiare volto, in base al mio stato d’animo.

Organizzare un viaggio a Parigi in treno è molto semplice. Ho visto Parigi più volte, prenotato i biglietti sul sito della TGV. Troverai spesso ottime offerte, specialmente se prenoti con un po’ di anticipo.

Amo la comodità del treno diretto, che porta da Milano a Gare du Lion. Mi permette di viaggiare in tranquillità, leggendo un libro o semplicemente ascoltando la mia playlist mentre davanti ai miei occhi scorrono paesaggi diversi. Partendo da Milano ci si arriva in circa cinque ore.

Parigi è diversa in base alla stagione in quale decidi di andare.

La prima volta andai in autunno e scoprii di odiare Parigi a novembre, per il freddo pungente. Quel venticello fresco cercava di togliermi la voglia di girare la città! Ma non mi sono fatta condizionare.

Ho avuto quattro giorni a disposizione per vedere le cose più importanti, inclusa la salita sul Tour Eiffel, la visita a Sacre Coeur (La Basilica del Sacro Cuore) e la serata nel quartiere latino. E poi ho dedicato una giornata intera a Disneyland Paris.

 

Tornai il mese successivo e scoprii di amare Parigi a dicembre!

La città si veste di mille luci e l’atmosfera natalizia mi rende sempre un po’ nostalgica e sognatrice, portando alla luce ricordi lontani di quando ero bambina.

 

La terza volta andai a marzo, comprai il viaggio come regalo per il mio compleanno.

Ho adorato Parigi in primavera e mi sono goduta moltissimo il viaggio in solitaria! Il sole rendeva la città più affascinante e quasi non riconoscevo i posti che avevo visitato a novembre, quando i giorni erano più corti e grigi.

Ho preferito evitare tutte le cose da guida turistica e ho semplicemente camminato, facendomi portare dalle piccole vie nascoste del centro.

Se c’era qualche bar, pasticceria o negozio che mi attirava entravo. Assaggiavo tutto, chiedevo informazioni, chiacchieravo con le persone. Facendo così ho scoperto una Parigi diversa.

Ho scoperto le crepes, comprate per strada, da un venditore ambulante, che si spostava in bicicletta, offrendo queste delizie ai passanti.

E poi il paté d’oca, mangiato in un locale, con musica dal vivo, mentre una signora stravagante che parlava un po’ inglese mi ha dedicato una sua poesia scritta su un tovagliolo di carta.

Per non parlare di quanto ho amato le piccole patisserie parigine, dove si sente il profumo dei dolci fatti in casa.

 

Questa volta odiai la metropolitana parigina. Pur avendo già girato in metro a Parigi, continuavo a prendere la direzione sbagliata. L’ho trovata più complicata di prima, forse perché la mia mente era leggera, prestando poca attenzione e non avendo un programma prestabilito.

Ho anche scoperto il lato business della città, il quartiere La Dèfense, dove sono riuniti tutti i grattaceli e hanno sede le più grandi aziende. E un posto futuristico, molto ben collegato, grazie alla metropolitana, come del resto tutta la città.

 

Mi manca ancora vedere Parigi d’estate.

E non ho ancora visitato Versailles.

Ho quindi la giusta scusa per tornarci! 😋

Come nelle vere storie d’amore, odio e amo Parigi nello stesso tempo, per questa sua capacità di tenermi legata e di farmi tornare sempre!

French Paris GIF - Find & Share on GIPHY

 

Se vuoi organizzare un viaggio a Parigi in treno, magari inserendo anche altre tappe in Francia, contattami qui e raccontami cosa ti piacerebbe vedere. Organizziamo insieme la tua prossima vacanza su misura! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AMO E ODIO PARIGI